Biroldo della Garfagnana

Home »  Salumi »  Biroldo della Garfagnana

Biroldo della Garfagnana

biroldoSi tratta di un insaccato particolare nella cui preparazione vengono impiegate tutte quelle parti di minor pregio del maiale altrimenti non utilizzate. Si presenta sotto varia forma a seconda del tipo di involucro in cui viene insaccato, generalmente ha la forma di una pagnotta rotonda, di colore marrone scuro. Risulta molto profumato e lascia in bocca un gusto intenso. Viene prodotto in tutta la Garfagnana. In una caldaia vengono cotte per circa due ore l’intera testa del maiale, il cuore, la lingua, le cotenne e in alcuni casi il polmone. Dopo aver accuratamente disossato la testa, tutta la carne lessata viene fatta a piccoli pezzi che sono poi amalgamati con sangue, sale, pepe, cannella, noce moscata e chiodi di garofano. Si procede quindi all’insaccatura manuale nella vescica o nello stomaco (buzzetto) del maiale che viene poi cucito e posto a bollire, per altre tre ore nel brodo dove precedentemente era stata cotta la carne. Il biroldo della Garfagnana è disponibile durante tutto l’anno, con una flessione nei mesi estivi. Viene commercializzato prevalentemente in loco, in minima parte in alcune città della Toscana quali Lucca, Pisa, Livorno e Massa. È riconosciuto come Presidio Slow Food ed alcuni produttori della Garfagnana si sono costituiti in associazione per la sua valorizzazione e salvaguardia. Il biroldo della Garfagnana può essere consumato fresco come salume o come antipasto, tagliato a fette sottili o anche scaldato in padella accompagnato da polenta di castagne.

per avere altre informazioni sul biroldo, potete consultare il sito dei presidi di SlowFood

Share Button